CARLA CANTONE ELETTA SEGRETARIO GENERALE DI UNO SPI FORTE E UNITO

category Congresso admin 6 maggio 2010

Celebrato a Riccione, dal 27 al 29 aprile il XVIII° Congresso

Nazionale dello Spi-Cgil

Il voto plebiscitario con il quale lo Spi-Cgil ha eletto il suo Segretario

Generale evidenzia qualcosa di più della stima e dell’affetto che Carla

Cantone ha saputo conquistarsi tra il popolo delle “pantere grigie” nei

primi due anni della sua gestione. Il dato va infatti rapportato ad una

fase di crisi che sta mettendo a dura prova la debole economia di milioni

di famiglie di pensionati, alla sfiducia che permane vaste aree sociali

sulla possibilità di ripresa di un Paese diviso, all’amoralità di un governo

in balia di continui scandali e di una maggioranza ostile alle regole

costituzionali, alle stesse difficoltà di un congresso confederale iniziato

proprio mettendo in discussione il ruolo dello Spi-Cgil.

Con il voto massiccio alle tesi di Guglielmo Epifani e a Carla Cantone

per la Segreteria Generale, le donne e gli uomini dello Spi-Cgil hanno

parlato forte e chiaro del loro bisogno di unità interna, dell’intoccabilità

del loro Sindacato, strumento di difesa e sede di speranza, a cui si

affidano coscienti delle difficoltà, ma con la certezza che sullo Spi e sulla

Cgil ci si può contare.

Nel quadro sconsolante di una politica di governo che prima ha

negato la crisi, poi l’ha data per risolta e infine l’ha ammessa, senza

peraltro far seguire un solo atto realmente significativo per contrastarla,

il messaggio che arriva dal XVIII° Congresso dello Spi-Cgil è un

messaggio forte e inequivoco, che impegna tutti a misurarsi. Una sfida

che, pur con toni diversi, Fnp-Cisl e Uilp-Uil hanno detto di voler

assumere, dichiarandosi pronti a sedersi ad un tavolo per definire

obbiettivi e percorsi comuni.

E’ un punto di partenza importante, anche perché, spaziando con lo

sguardo sull’Europa, è del tutto evidente il bisogno di una forte ripresa

del movimento sindacale e che, in ogni Paese come a livello

internazionale, lavoratori attivi e pensionati, giovani precari e

disoccupati, si coordino su obbiettivi e strategie condivise.

Da problemi comuni se ne esce insieme.”, hanno ribadito con forza i

rappresentanti dei 29 sindacati dei pensionati, giunti da tutto il mondo

per la Conferenza Internazionale che ha preceduto il XVIII° Congresso

dello Spi-Cgil. “E noi, che siamo i sindacati più giovani dei lavoratori più

anziani, siamo pronti a fare la nostra parte.”

Tratto da SPINTERNAZIONALE del 3/5/2010

Lascia un Commento